Accordini Igino

I sistemi di allevamento della vite

Le caratteristiche che amiamo in un vino sono complesse e nascono da un processo lungo che parte dalla pianta. La varietà di uva selezionata, ma anche dal terreno in cui cresce, il periodo in cui viene raccolta e il sistema utilizzato per coltivarla contribuiscono tutte al risultato. 


Esistono diversi sistemi di allevamento della vite, la scelta di utilizzarne uno piuttosto che un altro dipende da molti fattori tra cui anche la tradizione della zona. Molte differenze nei sistemi si riscontrano infatti anche a livello regionale. Consiste in uno schema utilizzato per gestire i filari. Regola lo sviluppo vegetativo di una pianta agraria, attraverso la disposizione della vite e dei singoli tralci. 

I diversi sistemi si distinguono in prima battuta tra quelli che utilizzano il supporto di un tutore o no

La viticoltura più moderna utilizza dei sostegni, in cui la struttura viene disposta lungo l’asse del filare o posta tra i filari, rispettivamente a spalliera e a pergola.

La Pergola utilizza una struttura di sostegno della vite posta trasversalmente tra i filari. Noi utilizziamo la pergola veronese per molte delle nostre uve, come Corvina e Rondinella. La pergola veronese ha i capi a frutto posti orizzontalmente ed è a potatura mista, mantiene quindi sia speroni corti che tralci lunghi. È un sistema adatto a terreni fertili, dove le piante possono facilmente avere a disposizione molti nutrienti. 

Un'altra forma di allevamento è quello a spalliera, ha la caratteristica di avere la struttura di sostegno posta orizzontalmente, lungo il filare. Il sistema a spalliera prende nomi differenti a seconda del tipo di potatura utilizzato. Il guyot è uno di questi. Prende il nome dal viticoltore francese che ne favorì la diffusione. È una forma di allevamento molto diffusa, la utilizziamo anche noi con diverse varietà. È una forma adatta a ambienti collinari e utilizza la potatura mista. Il capo a frutto della pianta viene piegato orizzontalmente, mentre viene lasciato uno sperone con 1-2 gemme che costituirà il capo a frutto dell’anno seguente. 

I sistemi di allevamento che non utilizzano un supporto vengono definite ad alberello, la vite cresce quindi libera e la potatura è generalmente corta. È una forma di allevamento piuttosto antica che permette di ottenere una grande produttività di uva zuccherina. È una forma praticata soprattutto in terreni poveri e siccitosi, delle regioni meridionali e delle isole, adatta a terreni privi di irrigazione e con bassa fertilità.

Social

Seguici


Degustazione vini

LUN SAB

9.30 - 17.30

Prenota

Wine Shop

LUN SAB

9.30 - 17.30

Prenota
© 2022 Accordini Igino | Sede Legale: Via Campostrini, 51A | 37029 S. Pietro in Cariano (VR) | P.Iva 04528050232 | Tutti i diritti sono riservati - Terms of Use - Privacy Policy - COOKIE POLICY
Top