DOC, DOCG, IGT, IGP, DOP - non semplici sigle, ma riconoscimenti importanti

La qualità e la produzione dei prodotti tipici di un territorio sono tutelati da leggi italiane e internazionali che ne definiscono l’identità e la provenienza geografica.

In poche parole, le denominazioni di origine certificano la qualità e l’unicità di un prodotto.

Come destreggiarsi allora tra tutte le sigle e come capire a cosa fanno riferimento?

In primo luogo è importante capire che tali denominazioni sono proprie di prodotti tipici, e sottostanno a una precisa legislazione che garantisce elevati standard qualitativi, così come l’originalità di un prodotto e sono importantissime per arginare la diffusione di prodotti contraffatti.

Per questo è impossibile trovare un vino Amarone che non provenga dalla zona del Valpolicella.


 
DOP e IGP 
La sigla DOP (Denominazione di Origine Protetta) indica un marchio di tutela della denominazione attribuito dall’Unione Europea ad alimenti le cui peculiari caratteristiche qualitative dipendono essenzialmente o esclusivamente dal territorio in cui sono stati prodotti e alle tecniche tradizionali di produzione.

Un vino DOP è prodotto, trasformato ed elaborato in una specifica area geografica secondo un regolamento disciplinare molto rigido. La sigla IGP (Indicazione Geografica Protetta) è relativa invece a una regione e ai prodotti che vengono prodotti in quest’area, ma non sono sottoposti a un regolamento specifico.

Queste due indicazioni (DOP e IGP) vedono in Italia, paese dalle profonde e radicate tradizioni eno-gastronomiche, un’ulteriore suddivisione. La via italiana alla qualità (definita dalla Legge 164/1992) suddivide i vini in vini di qualità (tutti prodotti in regioni determinate) e vini da tavola (con indicazione geografica e senza indicazione geografica). 


DOC: Denominazione di Origine Controllata 
Riconosce la qualità e la tipicità di vini prodotti in zone limitate di piccole e medie dimensioni. È per esempio il caso dei vini Valpolicella DOC (Valpolicella e Valpolicella Ripasso nella denominazione Classico e Superiore).

La produzione di tali vini è regolata da disciplinari rigide che ne definiscono metodi e tempi di produzione, e l’ammissione a tale denominazione è rilasciata solo dopo accurate analisi chimiche e sensoriali. 

DOCG: Denominazione di Origine Controllata e Garantita 
Questa denominazione viene attribuita esclusivamente a vini di particolare pregio e di riconosciuta notorietà nazionale e internazionale, che seguono i più elevati standard di produzione al fine di ottenere un prodotto unico nel suo genere e di eccellente qualità.

Questi vini rappresentano la fascia superiore dei vini DOC, e sono sottoposti a controlli molto severi lungo tutta la filiera produttiva: devono portare un contrassegno dello Stato che ne garantisca l’origine e la qualità e che consenta l’esatta numerazione delle bottiglie prodotte.

Inoltre per questi vini è obbligatorio l’imbottigliamento nella zona di produzione, collocando così l’intera filiera sul territorio d’origine. L’esempio più famoso è rappresentato dal vino Amarone della Valpolicella (anche nella denominazione Classico), la cui produzione segue criteri severissimi. 

IGT: Indicazione Geografica Tipica 
La sigla IGT atttribuisce una qualità superiore ai vini da tavola caratterizzati da aree di produzione ampie e con un disciplinare di produzione meno restrittivo dei vini DOC e DOCG.

Si tratta di vini prodotti con vitigni autoctoni e provenienti da territori ben definiti. Un esempio è rappresentato dal vino rosso Corvina IGT, prodotto nella Vapolicella da vitigni autoctoni di Corvina veronese. 

Comprare consapevolmente 
In un mercato soggetto alla contraffazione come quello del vino, le denominazioni di origine consentono al consumatore di scegliere con tranquillità il prodotto da acquistare e garantiscono qualità e unicità del prodotto.

Sono strumenti importantissimi per certificare standard produttivi elevati e per diffondere la qualità e le tipicità del territorio italiano nel mondo intero.

Social

Seguici


Degustazione vini

LUN VEN

8.30 - 12.30 / 13.30 - 17.30

Prenota

Wine Shop

LUN VEN

8.30 - 12.30 / 13.30 - 17.30



SAB

8.30 - 12.30 (su prenotazione)

© 2018 Accordini Igino Società Agricola - P.Iva 03654390230 | Tutti i diritti sono riservati - Terms of Use - Privacy Policy
Top